Gli anni settanta,la campagna toscana,tre giovanissimi amici e un mistero....

<< Nuova casella di testo >>

L'estate in cui il diavolo prese casa in Via delle Ortiche......

"Spinse piano la porta che silenziosamente si aprì.La verita si disvelò e, per quanto si fosse già preparato al peggio,quella preparazione non fu abbastanza." 

Il vicino

"Le allucinazioni di cui soffre non vanno assolutamente prese sottogamba ma le posso già anticipare che autorevoli studi  in materia hanno messo in serio dubbio la correlazione fra malattie mentali e geni ereditari.".

La signora Girelli

Alcuni personaggi citati nel libro.

<Ogni tanto il vento si infilava con più forza lì in mezzo e a loro, una volta finito di correre, sembrava che un drago alato li avesse inseguiti disegnando arabeschi con guizzi veloci e repentini della coda. Di quel posto e di quel tempo sospeso, loro erano i tre esploratori e gli unici regnanti. Quel campo delimitava per tre quarti le loro abitazioni ed era il posto più facile dove provare a perdersi e la scorciatoia più avventurosa per ritrovare casa.

 

 

 

Perchè tutti amano Don Eugenio e odiano il giovane Fabrizio Lorenzi? Ma è davvero così diabolico il nuovo vicino di casa in Via delle ortiche?

 

 

 

Le ciliegie sul tetto!

Stampa Stampa | Mappa del sito
© Ferruccio Andreoni pioggiaviolaeditore